26 maggio 2017

Teatro Massimo di Palermo.

Il Teatro Massimo di Palermo è maggiormente imponente rispetto al poco distante Teatro Politeama.

Il teatro massimo Vittorio Emanuele di Palermo è il più grande edificio teatrale lirico d'Italia, e uno dei più grandi d'Europa, terzo per ordine di grandezza architettonica dopo l'Opéra National di Parigi e la Staatsoper di Vienna. Ambienti di rappresentanza, sale, gallerie e scale monumentali circondano il teatro vero e proprio, formando un complesso architettonico di grandiose proporzioni  (oltre 7.700 metri quadrati e 1358 posti).

La sua acustica è perfetta. Nella rotonda del mezzogiorno o sala pompeiana, la sala riservata in origine ai soli uomini, si può constatare un effetto di risonanza particolarissimo, appositamente ottenuto dall'architetto Basile tramite una leggera asimmetria della sala, tale per cui chi si trova al centro esatto della sala ha la percezione di udire la propria voce amplificata a dismisura.

Un sofisticato sistema di apertura meccanica delle finestrelle laterali garantisce la frescura all'interno anche d'estate.

Posto al centro del secondo ordine di palchi, il palco reale è dotato di 27 posti e di un foyer privato detto Salone del Sovrano, interamente rivestito in mogano e arredato con divani e poltrone di broccato rosso. Al centro, un lampadario di Murano e alle pareti, 9 specchi. Sulle porte d’ingresso e sul capitello è ben presente lo stemma sabaudo – una croce bianca su campo rosso. La progettazione del Palco reale si attribuisce ad Ernesto Basile.
Per ironia della sorte, le poltrone del palco reale non ebbero mai l'onore di poter accogliere deretani reali; ad esse furono sempre preferite quelle di altri teatri, ad esempio quelle dei teatri viennesi.









Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]