6 maggio 2017

FORMA MENTIS



FORMA MENTIS: modo di pensare; struttura mentale propria di un individuo.

Si usa la locuzione latina forma mentis (forma/idea/impostazione della mente), quando ci si riferisce allo specifico modo di pensare ed agire o anche ad un'abitudine, di una persona o di una collettività, soprattutto se questo è condizionato, o ritenuto condizionato da una educazione con un ben preciso orientamento tematico e pragmatico.

Qualunque sia la tematica dei pensieri umani, essi si formano in base alla struttura mentale, totalmente condizionata dall'ambiente: l'universo, nel quale l'uomo vive e del quale è parte, seppure minima, senza alcuna possibilità di potersene sottrarre.

Noi uomini siamo simili ad una automobile: fatta per circolare sulle strade, essa non ha alcuna possibilità di comportarsi diversamente, ad esempio volando.

Parimenti, un soggetto che aspetta l'autobus alla fermata, non ha grandi possibilità di scelta; può decidere di salire sull'autobus o di aspettare il successivo se fosse troppo pieno, ma non è minimamente capace di derogare alla logica. Non ci pensa neppure a togliersi una scarpa per scagliarsa contro l'autobus: non sarebbe logico farlo!

E' quindi la logica a condizionare i gesti ed il pensiero umano, ma anche tutto ciò che l'uomo elabora oppure osserva, dalla più svariata oggettistica fino alle conclusioni derivanti dall'osservazione dell'ambiente sconfinato: l'universo.
Tutte le macchine e gli oggetti inventati dall'uomo, sono conseguenti alla logica, mentre l'osservazione dell'universo, lo porta a conclusioni, oppure ad avanzare ipotesi, apparentemente lontane dalla logica, oppure che seguono la logica conseguente ad esperienze limitate all'ambiente terrestre, in questo caso l'uomo si discosta dalla logica obiettiva e spesso incorre in errori. Perchè accade ciò?

Accade a causa della fantasia e della immaginazione, capacità umane necessarie ma spesso fuorvianti dalla realtà.

La fantasia è la facoltà della mente umana di creare immagini, di rappresentarsi cose e fatti corrispondenti o no ad una realtà: le cose inventate con l’immaginazione, non hanno fondamento nella realtà.

L'immaginazione, invece, è la particolare forma di pensiero, che non segue regole fisse né legami logici, ma si presenta come riproduzione ed elaborazione libera del contenuto di un’esperienza sensoriale, legata ad un determinato stato affettivo e, spesso, orientata attorno a un tema fisso; può dar luogo a un’attività di tipo sognante (come nei cosiddetti «sogni a occhi aperti»), oppure a creazioni armoniose con contenuto artistico (i. artistica), o anche, con un meccanismo che si riallaccia all’intuizione, a conclusioni ricche di contenuto, anche pratico; con definizione più generica: è la facoltà di formare le immagini, di elaborarle, svilupparle e anche deformarle, presentandosi in ogni caso come potenza creatrice.

L'uomo quindi è sognatore, usa la fantasia, immagina, deforma la realtà per il bisogno di creare, attività questa che lo allontana dalla forma mentis di derivazione ed impronta universale, ed è forse proprio questo che lo rende unico.


Commenti: Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link



<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]